PENSIERINO n. 980 del 08- Maggio -2023

«… Nella Storia della Chiesa neanche i più grandi Biblisti hanno saputo spiegare l’insegnamento che Gesù ha voluto trasmetterci con la “Parabola dell’Amministratore disonesto”… dove “sembra” incredibilmente che Lui elogi comportamenti disonesti… ma così non è ! Sveliamo allora per la prima volta qual’è la vera spiegazione  …»

(Parte quarta)

Dal Vangelo secondo Luca (16,9-15)

[9] E io vi dico: fatevi degli Amici con la ricchezza “ingiusta”, affinchè, quando essa verrà meno, vi accolgano nelle Dimore eterne.

[10] Chi è fedele nel poco, è fedele anche nel molto; e chi è disonesto nel poco, è disonesto anche nel molto.

[11] Se dunque non siete stati fedeli nella ricchezza “ingiusta”, chi vi affiderà quella vera?

[12] E se non siete stati fedeli nella ricchezza altrui, chi vi darà la vostra?

[13] Nessun servo può servire a due padroni: o odierà l’uno e amerà l’altro oppure si affezionerà all’uno e disprezzerà l’altro. Non potete servire a Dio e a mammona”.

[14] I Farisei, che erano amanti del denaro, ascoltavano tutte queste cose e Lo deridevano.

[15] E (Gesù) disse a loro : “Voi vi ritenete giusti davanti agli uomini, ma Dio conosce i vostri cuori: ciò che è esaltato fra gli uomini è un abominio dinanzi a Dio!“

(Parola del Signore Dio)

Quando Gesù afferma:

< fatevi degli Amici con la ricchezza “ingiusta”… >

non sta invitando nessuno a esser “disonesto”…

come potrebbero pensare erroneamente dei Biblisti “superficiali”…

Gesù invece… sta invitando tutti a un utilizzo “riparatore”…

delle ricchezze “terrene” che… come abbiamo spiegato…

nelle parti precedenti di questo PENSIERINO…

sono sistematicamente “ingiuste”… e di “origine” disonesta…

triste realtà… tanto vera… quanto “scomoda”… di cui nessuno…

neanche i Pastori cattolici… osa mai parlare e tantomeno denunciare… !

Tant’è vero che si può affermare che già l’Amministratore disonesto…

“senza” rendersene conto… (ossia “inconsciamente”… ) 

con il saldo e stralcio che ha fatto coi debitori… 

per trarne un vantaggio personale…

ha cominciato anche a “riparare” con quell’azione… 

i “peccati” e le “ingiustizie”…

che hanno permesso l’arricchimento terreno del suo ricco Padrone…

E infatti il santo Vangelo ci descrive un episodio esemplare…

di utilizzo “riparatore” delle ricchezze “ingiustamente” guadagnate:

< Entrato in Gerico, (Gesù) attraversava la città. Ed ecco un uomo di nome Zaccheo, capo dei pubblicani e “ricco”… ( → Lc 19,1-2) >

< … Zaccheo, alzatosi, disse al Signore: “Ecco, Signore, io do la metà dei miei beni ai poveri; e se ho frodato qualcuno, restituisco quattro volte tanto”.  Gesù gli rispose: “Oggi la Salvezza è entrata in questa casa, perché anch’egli è figlio di Abramo;  il Figlio dell’Uomo infatti è venuto a cercare e a salvare ciò che era perduto”. ( → Lc 19,8-10) >

Ossia il “ricco” Zaccheò…

ben “illuminato” dall’arrivo del Signore Dio nella sua casa…

intuisce subito che se vuole entrare nel Regno dei Cieli…

deve prima “restituire” quello che aveva ingiustamente…

o “disonestamente” guadagnato… !

Torneremo a parlare delle Ricchezze “terrene”…

in prossimi PENSIERINI… vista la grande attualità…

e soprattutto… vista la grande importanza…

sempre alla LUCE del Vero Magistero… e della Sacra Scrittura…

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui social:

Lascia un commento

Solve : *
28 − 9 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ItalySpainEnglishFrenchBrazil