PENSIERINO n. 865 del 13- Gennaio-2023

«…  solo chi veramente crede in Cristo non morirà in Eterno… perché solo in Cristo c’è la Resurrezione e la Vita e solo chi crede fermamente in Lui sarà salvato dall’Ira furiosa di Satana …»

(Parte prima)

Dal Vangelo secondo Giovanni (6,47-54)

[47] IN VERITÀ, IN VERITÀ VI DICO:

CHI CREDE “HA LA VITA ETERNA” !

[48] Io sono il Pane della Vita.

[49] I vostri padri hanno mangiato la manna nel deserto e sono morti;

[50] questo è il Pane che discende dal Cielo,

perché chi ne mangia non muoia.

[51] Io sono il Pane vivo, disceso dal Cielo.

Se uno mangia di questo Pane “vivrà in Eterno”

e il Pane che Io darò è la Mia Carne per la Vita del Mondo”.

[52] Allora i Giudei si misero a discutere tra di loro:

“Come può costui darci la sua carne da mangiare?”.

[53] Gesù disse:

“In Verità, in Verità vi dico:

se non mangiate la Carne del Figlio dell’Uomo

e non bevete il Suo Sangue, non avrete in voi la Vita !

[54] CHI MANGIA LA MIA CARNE

E BEVE IL MIO SANGUE “HA LA VITA ETERNA”

E IO LO RISUSCITERÒ NELL’ULTIMO GIORNO !

(Parola del Signore Dio)

 

Nonostante le apparenze… nel Santo Sacrificio della Messa…

durante la Consacrazione…  avviene sempre il grandioso Miracolo…

che tutta la “sostanza” del pane e del vino…

diventano realmente Corpo… Sangue… Anima… e Divinità di Gesù Cristo…

“rinnovando” in tal modo anche il Mistero dell’Incarnazione… !

 

Infatti le Parole… < PERCHÉ “DIVENTINO”… >

pronunciate dal Sacerdote…

durante la Preghiera Eucaristica al momento della Consacrazione…

sono tanto chiare quanto esplicite… e non permettono alcun dubbio:

 

< Ora Ti preghiamo umilmente:

manda il Tuo Spirito a santificare i Doni che Ti offriamo, “perché diventino” il Corpo e il Sangue di Gesù Cristo, Tuo Figlio e Nostro Signore, che ci ha comandato di celebrare questi Misteri.>

 

Pertanto… per mezzo “della parola” del Sacerdote celebrante…

Nostro Signore Gesù Cristo…

si fa realmente presente nell’Ostia consacrata… !

 

Si tratta di un grandioso Miracolo che “non” è una “nuova” Incarnazione…

ma una Incarnazione che “Si rinnova” al momento della Consacrazione…

che “Si rinnova” … grazie alla Presenza reale di Gesù…

con la Sua Divinità… e col Suo “Corpo glorioso”…

quello “stesso Corpo” che la Vergine Immacolata Gli ha dato e che Lui aveva quando:

 

  • è nato a Betlemme…

  • è morto sul Calvario…

  • è stato deposto nel Sepolcro…

  • e da lì è gloriosamente Risorto… e Asceso al Cielo… assumendo con la Sua Risurrezione e Ascensione… una “Forma” Nuova… Divina… quella appunto della Gloria !

Nelle prossime Parti di questo PENSIERINO…

continueremo ad approfondire questi concetti…

alla LUCE del Vero Magistero… e della Sacra Scrittura…

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui social:

Lascia un commento

Solve : *
20 − 19 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ItalySpainEnglishFrenchBrazil