PENSIERINO n. 841 del 20-Dicembre-2022

«… il paradosso più sconcertante : anche se tutti sono consapevoli che nessuno potrà sfuggire dalla morsa della Morte… non se ne cura invece nessuno… vivendo più o meno allegramente… proprio come se non si dovesse mai morire …»

(Parte prima)

Dal Vangelo secondo Matteo (6,24-27)

[24] Nessuno può servire a due Padroni:

o odierà l’uno e amerà l’altro,

o preferirà l’uno e disprezzerà l’altro:

non potete servire a Dio

e a Mammona !

[25] Perciò vi dico:

per la vostra Vita non affannatevi di quello che mangerete o berrete,

e neanche per il vostro corpo, di quello che indosserete;

la Vita forse non vale più del cibo e il corpo più del vestito?

[26] Guardate gli uccelli del cielo:

non seminano, né mietono, né ammassano nei granai;

eppure il Padre vostro celeste li nutre.

Non contate voi forse più di loro?

[27] E CHI DI VOI,

PER QUANTO SI DIA DA FARE,

PUÒ AGGIUNGERE “UN’ORA SOLA” ALLA SUA VITA ?

(Parola del Signore Dio)

 

< In omnibus operibus tuis memorare novissima tua et in aeternum non peccabis → In tutte le tue opere ricordati della tua Fine e non cadrai mai nel peccato ! >

( → dal Libro del Siracide o Ecclesiastico 7,36)

 

< e chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere “un’ora sola” alla sua Vita ? >

 

Il Santo Vangelo ricorda a tutti che nessuno …

può aggiungere neanche “un’ora soltanto”…

alla propria Vita terrena e… tantomeno…

nessuno sa… qual è il Giorno e l’Ora …

in cui dovrà rispondere a Dio … delle proprie Azioni…

 

Purtroppo l’ottuso “Orgoglio” proveniente sempre da Satana…

che paralizza … imprigiona … e avvelena l’Umanità “moderna”…

(terribilmente condizionata dal Naturalismo…

dal Razionalismo e dal “Materialismo”… )

porta a dimenticare “il monito” dello Spirito Santo…

a riflettere sulla Morte biologica…

ovvero la famosa  “morsa” dalla quale nessuno può sfuggire…

 

E in effetti la Morte biologica…

non è affatto la “Fine totale”…

ma è una momentanea ”separazione”…

dell’Anima dal Corpo…

quando… subito dopo…

avviene il cosiddetto “Giudizio particolare”…

da parte di Cristo Giudice infinitamente Giusto in quanto Dio…

< È necessario infatti che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità. Quando poi questo corpo corruttibile si sarà vestito d’incorruttibilità e questo corpo mortale d’immortalità, si compirà la parola della Scrittura:

La morte è stata ingoiata per la vittoria.
Dov’è, o morte, la tua vittoria?
Dov’è, o morte, il tuo pungiglione? >

( → dalla prima Lettera di San Paolo ai Corinzi 15, 53-55)

Nelle prossime Parti di questo PENSIERINO…

continueremo ad approfondire questi concetti…

alla LUCE del Vero Magistero… e della Sacra Scrittura…

Se questo articolo ti è piaciuto, condividilo sui social:

Lascia un commento

Solve : *
17 + 23 =


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

ItalySpainEnglishFrenchBrazil